MICROPIGMENTAZIONE CORRETTIVA

La micropigmentazione correttiva consiste nella pigmentazione del derma superficiale attraverso l’inoculazione di pigmenti anallergici, biocompatibili e bioriassorbibili.

La metodica viene eseguita in totale sicurezza e delicatezza, utilizzando attrezzature e pigmenti che sono frutto di studi e tecnologie.

La micropigmentazione viene impiegata per migliorare il proprio aspetto, per correggere piccole imperfezioni o asimmetrie del volto, specialmente per valorizzare lo sguardo agendo sulla ridefinizione delle sopracciglia.

DIFFERENZE TRA MICROPIGMENTAZIONE E TATUAGGIO


La tecnica di micropigmentazione ha alcune affinità con il tatuaggio ma presenta sostanziali differenze sia per l’attrezzatura utilizzata che per i pigmenti, studiati affinché si possa operare sulla persona con la massima sicurezza.

Le principali differenze con il tatuaggio riguardano:
  • la tecnica di applicazione, decisamente meno invasiva
  • la strumentazione, caratterizzata da applicatori monouso specifici
  • la profondità di deposito dei pigmenti
  • la composizione dei pigmenti e la permanenza degli stessi per un periodo variabile tra i 6 e i 12 mesi

STRUMENTAZIONE


I trattamenti vengono eseguiti con macchinari specifici di fabbricazione tedesca, progettati nei minimi dettagli per garantire la massima qualità del risultato.
micropigmentazione calvizie perdita capelli

DOMANDE & RISPOSTE:

- Per quali problematiche si ricorre la micropigmentazione?
La micropigmentazione consente di correggere imperfezioni delle sopracciglia, degli occhi e della labbra o più semplicemente per evidenziare queste parti.
Nello specifico, è possibile valorizzare uno sguardo troppo spento rendendo l’arcata sopraccigliare più adatta al viso.

- E' possibile effettuare la micropigmentazione sia su uomo che su donna?
Certamente!

- Che differenza c'è tra micropigmentazione e tatuaggio?
E' per definizione molto simile al tatuaggio ma si differenzia per durata e tipologia del pigmento. Nella micropigmentazione, i pigmenti, vengono depositati nel derma superficiale, mentre nel tatuaggio nel derma profondo. I pigmenti utilizzati per la micropigmentazione possiedono caratteristiche chimiche che limitano la durata nel tempo, mentre quelli di un tatuaggio sono definitivi.

- La Micropigmentazione è dolorosa?
Il dolore è un fattore assolutamente soggettivo. Tuttavia, l'impiego di prodotti e attrezzature all'avanguardia da parte di personale qualificato riduce questa sensazione a un lievissimo fastidio, che si avverte solo durante la seduta.

- Dopo la seduta posso tornare subito alla mia quotidianità?
Certamente, dopo la seduta si avvertirà solo un leggero rossore che tenderà a scomparire nei giorni seguenti

- Quanto tempo dura mediamente una seduta?
La durata dipende dal tipo di trattamento richiesto.



Per avere maggiori informazioni sulla tricopigmentazione e visionare casi reali, visita il sito: